Solitamente le renne di Babbo Natale sono un gruppo di renne volanti che tirano la slitta di Babbo Natale la notte della Vigilia per consegnare i doni a tutti i bambini del mondo.

Quasi sempre però, quando si parla delle renne di Santa Claus, si pensa a Rudolph, quella con il naso rosso.

In verità la presenza delle renne nella lunga storia di Babbo Natale risale al 1823 quando fu pubblicata per la prima volta la poesia "Una visita di San Nicola" (A Visit from St. Nicholas).
L'autore della poesia, nota anche con il titolo "La notte di Natale" (The Night Before A Visit from Saint NicholasChristmas), sembra essere (è ancora incerta l'attribuzione) Clement Clarke Moore, che la scrisse per i propri figli.

Clarke descrisse Babbo Natale come un omino un pò robusto e tozzo, tipo folletto, e le sue otto renne a cui diede anche un nome: Comet, Dancer, Dasher, Prancer, Vixen, Donder, Blitzen, Cupid, che in italiano possiamo tradurre come: Cometa, Ballerina, Fulmine, Donnola, Freccia, Saltarello, Donato, Cupido.

Rudolph invece, la renna con il naso rosso arrivò solo nel 1939 quando Robert L. May pubblicò un libro per bambini per la catena di grandi magazzini Montgomery Ward.

2 commenti:

Porcelain Winter ha detto...

questo, tra i tuoi, è il blog che preferisco in assoluto! :-) Peccato il Natale sia un periodo così breve!
A presto
Tua twin Sister

Elisa Bistocchi ha detto...

Grazie mille Mollyns, questo commento mi era sfuggito!:-P A presto!

Posta un commento